Archeologia in Comune

Archeologia in Comune: Foro e Colonna di Traiano

Foro e Colonna di Traiano

Il programma Archeologia in Comune condotto dalla Sovraintendenza Capitolina dal 7 settembre 2016 al 28 giugno 2017, è una lodevole iniziativa che si propone di diffondere la conoscenza della città a cittadini e turisti attraverso visite programmate straordinarie a vari siti archeologici generalmente chiusi al pubblico o aperti su richiesta.   Si tratta di incontri di approfondimento su aspetti e temi legati alla storia di Roma e al suo patrimonio culturale condotti da personale esperto, archeologi del Comune, tecnici del restauro, ecc. che si mettono a disposizione del pubblico in queste occasioni a titolo gratuito con il pagamento del solo ticket d’ingresso ai monumenti ove previsto.

Mi auguro che alla fine del programma previsto, fatto un consuntivo del grande interesse dei cittadini per questa iniziativa, la Sovrintendenza programmi un nuovo ciclo di visite (2017-2018), magari includendo altri siti (ce ne sono centinaia) meritevoli di essere conosciuti al di là dei soli addetti ai lavori.

Ad esempio, in questi ultimi anni, complice i lavori straordinari per la costruzione della Metro C, sono venute alla luce delle straordinarie scoperte come quelle sotto le costruende Stazioni dell’Amba Aradam, S.Giovanni, Piazza Venezia e nella zona del Celio dove in seguito agli scavi per un condotto di aerazione per la Metro, a circa 20 m. di profondità, è venuto alla luce un antichissimo acquedotto romano, in seguito abbandonato e trasformato in fogna, dove gli archeologi oltre ai consueti reperti, hanno trovato moltissimi resti di cibo che saranno utili per farci un’idea dell’alimentazione di quell’epoca.

LEGGI anche:  La Casa dei Cavalieri di Rodi

Poichè i gruppi di visita, per ovvi motivi, sono per numeri limitati di persone, è necessario prenotare a partire da 7 giorni prima della data prevista.

Sepolcri repubblicani

Sepolcri Repubblicani di Via Statilia

Laddove non fosse possibile partecipare per motivi vari alla visita nella data prevista, per i siti più importanti come i Fori Imperiali, sono previste visite ripetute ogni settimana.

Le visite sono occasioni speciali per conoscere siti attualmente aperti soltanto su richiesta, quali i Sepolcri repubblicani di via Statilia, il Complesso archeologico di San Paolo alla Regola, i Trofei di Mario a piazza Vittorio o la necropoli lungo la via Ostiense.

Piazza Vittorio: Trofei di Mario

Trofei di Mario

Sarà possibile vedere monumenti non visitabili come S. Urbano alla Caffarella o il complesso della Villa dei Gordiani sulla via Prenestina o che rimarranno inaccessibili durante i lavori di restauro come il Mausoleo di Augusto.

Sono previste anche visite per il Teatro di Marcello o il Portico d’Ottavia. Altre visite vengono organizzate per aree archeologiche periferiche lungo le vie Collatina, Nomentana e Tiburtina.
Sul sito della sovraintendenza di roma, al menù “Cosa Facciamo” è possibile saperne di più su Archeologia in Comune, leggere informazioni sui siti da visitare ed avere il calendario delle prossime visite previste.

Admin

Info:

www.sovraintendenzaroma.it

Informazioni e prenotazioni :

Prenotazione obbligatoria allo 060608 a partire da sette giorni prima della data dell’evento.

Se avete apprezzato l’articolo Vi chiedo di condividerlo sui social con un like. Grazie

LEGGI anche:  Piazza Vittorio Emanuele II (e dintorni)

 

Share This: