Omaggio a Tom Petty

Risultati immagini per Tom Petty

L’Artista

Il 2 ottobre 2017 ci ha lasciati Tom Petty, un grandissimo chitarrista cantante e compositore, conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo…in Italia era poco conosciuto purtroppo.

Questo grande artista che da solo o con i suoi Heartbreakers aveva fatto venire il “crepacuore” a milioni di fans con la sua musica, purtroppo è caduto nella sua stessa “trappola”.

Omaggio a Tom Petty. Tom Petty e gli Heartbreakers

Tom Petty e gli Heartbreakers

Tom Petty è morto infatti per un attacco di cuore dopo essersi sentito male nella sua casa di Malibù, così come prima di lui altri due grandi come Glenn Frey (2016) e J.J.Cale (2013), tutti in California.

Dopo l’ultimo dei tre concerti tenuti a Los Angeles pochi giorni prima e che dovevano rappresentare un addio agli spettacoli itineranti per poter passare più tempo con la nipotina, la fatica si è rivelata fatale.

Glenn Frey

Glenn Frey

Tom Petty aveva 66 anni, ma non voglio dilungarmi sulla sua vita: chi fosse interessato, con una breve ricerca su G. potrà trovare di tutto e di più.

Solo alcune cose: da giovane non era minimamente interessato alla musica ma dopo una visita di Elvis Presley nella sua città (Gainesville,FL) per le riprese di un film (Lo sceriffo scalzo), a soli otto anni ne rimase folgorato come rivela lui stesso, che si vende la fionda per acquistare un cofanetto di dischi di Elvis.

Lo Sceriffo Scalzo

Tom Petty si appassionò moltissimo e con l’entusiasmo dell’autodidatta raggiunse in breve tempo l’esperienza necessaria per far parte di alcune formazioni, fino al 1976 quando esordisce sul mercato discografico con gli Heartbreakes.

Dopo alcune traversie legali per il fallimento della casa discografica che lo pubblicava, uscì nel 1978 “Damn the Torpedoes” , il suo album di maggior successo che vince tre dischi di platino.

La sua carriera costellata da qualche infortunio subisce alti e bassi fino al 1986 quando Bob Dylan, colpito dalle potenzialità del gruppo nei concerti dal vivo, li invita a due lunghe tournee in tutto il mondo e, dopo 2 anni esce un disco : Traveling Wilburys Vol I che incontra un enorme successo.

Traveling Wilburys

I Traveling Wilburys era una banda composta da Bob Dylan, Roy Orbison, George Harrison, Tom Petty, Jeff Lynne: scusate se è poco!

A parte qualche critico, l’operazione fu apprezzata dal pubblico tanto che dopo due anni uscì un seguito chiamato : Traveling Wilburys Vol 3.

Non si conosce il motivo per la mancata uscita di un volume 2, ma c’è da tener presente che nel frattempo erano morti Roy Orbison e Del Shannon che lo doveva sostituire (si suicidò).

In seguito fece un altro disco con gli Heartbrekers intitolato Into the great wide open, e proseguì la sua carriera con altri dischi da solista e collaborazione con i maggiori musicisti della scena rock mondiale.

Into the great wide open

Cito ancora un album da solista pubblicato nel 1994 con il titolo Wildflowers che ebbe un grande successo di vendite e di critica.

Tom Petty fin dall’infanzia non ebbe una vita facile, con un padre violento, in una zona povera della Florida paludosa, conobbe anche la droga da cui ne uscì grazie alla seconda moglie.

Probabilmente l’infanzia problematica plasmò la sua vita da musicista come è successo ad altri grandi artisti come ad esempio John Hiatt che ebbe un’infanzia tragica con il fratello giovane suicida e il padre morto dopo una lunga malattia.

Personalmente penso che quando muoiono artisti che ci hanno accompagnato nella nostra vita di adolescenti e poi nella maturità, con loro va via anche parte della colonna sonora che ha contrassegnato i vari momenti della nostra esistenza. R.I.P

Lello

Share This: