Pellegrinaggio alla Madonna del Sito Alto

Sala Consilina: Madonna del Sito Alto

Madonna del Sito Alto

Pellegrinaggio alla Madonna del Sito                                                Alto

. Quest’anno (2016) il tradizionale pellegrinaggio alla Madonna del Sito Alto a Sala Consilina, che si sarebbe dovuto svolgere, come ogni anno, il martedi successivo alla Pentecoste, è stato invece spostato, per vari motivi, a giovedi 2 giugno.

Trovandomi a Sala ho voluto partecipare a questa cerimonia nel modo più tradizionale:  a piedi sul sentiero che dalla Piazza Umberto I, si snoda sulle pendici della montagna fino a raggiungere la Cappella posta sul Sito Alto a circa 1467 m di altezza.

Appuntamento alla Chiesa di S.Pietro alle 7 del mattino, dove si trovavano i Procuratori della Madonna del Sito Alto che, issato lo stendardo della Madonna, con i cinti in testa (fasci di candele votive avvolte da nastri) con l’accompagnamento della zampogna e della ciaramella e intonando i canti alla Madonna si muovono in processione con i Sacerdoti e i fedeli e si incamminano verso la piazza Umberto I e poi su per Via Grammatico fino a raggiungere le pendici della montagna dove inizia un antico sentiero (Sentiero dei Pellegrini) che si snoda nel Vallone Cervara passando prima tra i “casalini”,

Sala Consilina: i "casalini"

I “casalini”

antichi ruderi di abitazioni abbandonate dopo il tremendo e distruttivo terremoto del 1857 che colpì la Basilicata e zone limitrofe.

LEGGI anche:  John Martin, il trombettiere di Custer

 

 

 

Madonna del Sito Alto: la processione

la processione dei fedeli

Il sentiero, abbastanza scosceso, si snoda via via fino a raggiungere una prima tappa alla Chiesa della Madonna del Castello, dove viene prelevata la statua della Madonna che, da li in poi, sarà portata a turno, in equilibrio sulla testa, dai fedeli, fino a raggiungere la Chiesetta posta in cima al Monte Sito Marsicano.

Dopo un paio di (“provvidenziali”) soste alla “preta” e poi al “calvario”, si arriva, dopo circa 3 ore e mezza di salita,  in cima alla montagna (1.467m ), da dove  si gode di un panorama stupendo a 360 gradi, si vede tutto il Vallo di Diano, ma l’aria è frizzantina se non fredda visto il tempo odierno molto variabile e un giubbino di scorta è d’obbligo.

Madonna del Sito Alto: Panorama

Madonna del Sito Alto: Panorama

La partecipazione della gente è stata notevole vista anche la giornata festiva e, dopo la celebrazione della Messa, tutti si sono sistemati per mangiare le cibarie portate da casa anche se gli organizzatori (molto efficienti) hanno distribuito per chi li volesse ottimi panini imbottiti, acqua minerale, dolci tipici salesi, caffè, il tutto con l’accompagnamento di un po’ di musica popolare. Nel pomeriggio, dopo il saluto alla Madonna, vista la stanchezza (l’età incombe…) ho fatto ritorno al paese su un fuoristrada, approfittando di un insperato passaggio.

LEGGI anche:  Sala Consilina

Questa processione si ripete anche a metà Agosto e poi a Ottobre quando i fedeli ricoprono la statua della Madonna con panni di lana per “proteggerla” dal freddo.

Il percorso si snoda tra un bosco di faggi per 6 km e ci vogliono circa 3 ore e mezzo, come già detto per portarlo a termine, qualcosa di meno per la discesa.

Dalla cima del monte si scorge benissimo anche il sottostante Santuario di S.Michele sul Monte Balzata (www.santuariosanmichele.org) dove, volendo si può scendere a piedi, attraverso un sentiero (www.sentierifrassati.org) .

Madonna del Sito Alto: sentiero tra i faggi

Percorso tra i faggi

Volendo, da qualche anno esiste anche la possibilità di avvicinarsi alla Chiesetta percorrendo una strada che ci porta in automobile abbastanza vicino (rimane da percorrere un sentiero per circa un’ora) o, per i più avventurosi e muniti di fuoristrada addirittura a pochi metri dalla Chiesa.

Conclusione: è stata una bella anche se faticosa esperienza ma il panorama che si gode dall’alto in una giornata limpida, ripaga da ogni sforzo.

 

Lello

Share This: